Museo Alternativo d'Arte Contemporanea Remo Brindisi

Museo Remo Brindisi


Inaugurato e aperto al pubblico nel 1973, con il nome di “Museo Alternativo Remo Brindisi” la struttura, opera dell’architetto designer Nanda Vigo, si articolava in due funzioni distinte: di abitazione per le vacanze di Remo Brindisi e della sua famiglia e di museo per accogliere la sua ricca collezione.
Si tratta di un esperimento complesso, di abitazione-laboratorio, ma soprattutto di uno spazio culturale sperimentale nato con l’intendimento di definire un rapporto diretto tra le arti visive, dall’architettura al design, dalla pittura alla scultura.
L’architettura rivela la sua anima spazialista. Pareti bianche o trasparenti, specchi, luci al neon smaterializzano gli spazi, dando a chi si trova all’interno della villa la sensazione di una diversa dimensione.

Tutti gli spazi, anche quelli privati, hanno accolto e accolgono una gran numero di opere d’arte che Brindisi, collezionista appassionato, ha riunito durante tutta la sua vita.
Oggi, l’intera raccolta e la Casa Museo sono di proprietà del Comune di Comacchio, per volontà testamentaria dello stesso Brindi ed è un museo civico comunale. E’ denominata “Casa Museo Remo Brindisi” , quale grande e unica opera d’arte e cultura nella sua complessità e testimonianza di una intera vita di artista e collezionista.

Scopri tariffe ed orari al seguente link:

http://www.comune.comacchio.fe.it/index.php/Citta-e-Territorio/Arte-Storia-e-Cultura/Arte-e-Monumenti/Casa-Museo-Remo-Brindisi


Informativa estesa sull'uso dei cookies